Crea sito

Controinformo

NWO: dal virus Zika alla manipolazione di embrioni umani

NWO: dal virus Zika alla manipolazione di embrioni umani
marzo 01
19:00 2016

Dopo il diffondersi del nuovo virus killer  “Zika”, che tramite le zanzare (vettori virali) attacca l’embrione umano, soprattutto nel primo trimestre di gravidanza, ecco che nel Regno Unito si da il via alla prima modifica genetica degli embrioni umani. Qualcuno dell’Elite di Potere sta dando il via al progetto di depopolamento della Terra?

Negli incontri segreti delle elite mondiali – ovvero CABAL-Illuminati – si è discusso spesso di temi come il depopolamento mondiale. Recentemente alcuni dei miliardari americani si sono incontrati segretamente per considerare come la loro ricchezza potrebbe essere usata per rallentare la crescita della popolazione mondiale e accelerare il miglioramento della salute e dell’istruzione. I filantropi che hanno presieduto al vertice convocato da Bill Gates, il co-fondatore di Microsoft, hanno discusso per unire le forze e superare gli ostacoli politici e religiosi al cambiamento.
Descritto come il Buon Club da un insider,  questo gruppo d’elite di potere globale, include David Rockefeller Jr, il patriarca della più ricca dinastia americana, Warren Buffett e George Soros, i finanzieri, Michael Bloomberg, il sindaco di New York, e i magnati dei media Ted Turner e Oprah Winfrey. ”  (The Sunday Times, 24 Maggio 2009)
La seconda regola della CABAL-Illuminati, chiede in sostanza l’intervento dei legislatori nella gestione delle unità familiari. Non è un caso che nelle regole dettate da questi assassini dell’Elite,  si fa richiesta di leggi che regolino il numero di bambini per famiglie. Inoltre,  “migliorando salute e diversità” può essere ottenuto con “allevamento selettivo” o la sterilizzazione dei membri indesiderati della società. Questa pratica veniva chiamata “eugenetica”, fino a diventare politicamente scorretta a causa del nazismo. La maggior parte delle altre leggi del gruppo CABAL, sostanzialmente chiedono la creazione di un governo mondiale, (NWO) gestito da una “cerchia di illuminati”,  che regolerebbe tutti gli aspetti della vita umana, compresa la fede, i doveri sociali, l’economia, etc..etc..
Ma l’Elite di potere vuole per ora, passo dopo passo, creare una vera e propria ” strategia della paura”, come quella del dopo 11 Settembre 2001, oppure quella dell’ISIS. Tutto fa brodo no?
Virus Zika e vaccini killer
In un articolo pubblicato sul sito sapereeundovere.com, si parla della recente comparsa del focolaio del virus Zika in Brasile, che viene attualmente ricollegata alle zanzare geneticamente modificate sviluppate dalla società di biotecnologie britannica Oxitec, che è finanziata dalla fondazione dei coniugi Bill e Melinda Gates. Guardacaso…
L’Oxitec introduce zanzare Aedes geneticamente modificate nelle foreste brasiliane dal 2011 per far fronte alla febbre dengue. La società produce ben due milioni di zanzare GM a settimana nella propria sede di Campinas, in Brasile. La zanzara Aedes è la varietà di zanzara più diffusa al mondo e gli unici due Paesi americani in cui non è presente questa specie sono Cile e Canada. Il virus Zika, che è stato rilevato in 18 dei 26 stati brasiliani, è trasmesso dalla zanzara Aedes.
Dal 1° novembre 2015 in Brasile sono nati oltre 4.000 bambini microcefali. Il Brasile, normalmente, registra circa 150 casi all’anno di questa malformazione congenita, il che significa che il numero di nati con tale malformazione è aumentato di circa il 13.000%.
Mentre le autorità brasiliane si affrettano a incolpare il virus Zika per questo enorme aumento nel tasso di malformazioni congenite, i fatti restano chiari. Solo un numero ridotto di neonati con malformazioni congenite deceduti ospitavano nel cervello il virus. Ciò significa che una buona parte dei neonati deceduti non aveva il virus.
Difficile dare la colpa allo Zika quindi, che è in circolazione da prima del 1948 e che non ha mai provocato malformazioni congenite. Anzi, il virus Zika fa ammalare in modo “lieve” solo una persona su cinque, con sintomi parainfluenzali o, in 4 casi su 5, addirittura senza alcun sintomo. Ma allora perché tanta fretta a dare la colpa ad un virus generalmente benigno come lo Zika?
Verso la fine del 2014, il Ministro brasiliano della Salute annunciò che un nuovo vaccino Tdap sarebbe diventato obbligatorio per le gestanti a partire dal 2015.  Ora, i dati a disposizione  mostrano che tutte le mamme che hanno dato alla luce neonati con malformazioni congenite avevano ricevuto questo vaccino di nuova formulazione durante la gravidanza. La tempestività del vaccino Tdap e l’aumento dei casi di anomalie congenite sono più di una semplice coincidenza. Le conseguenze di questo vaccino non testato sono ciò che oggi si cerca di insabbiare. Il che ci riporta ancora una volta a Bill Gates, il Re dell’eugenetica e dei vaccini.
Nel 2015, il programma di ricerca vaccini della Vanderbilt University ha ricevuto una donazione di $ 307.000 dalla fondazione dei coniugi Bill e Melinda Gates per studiare la risposta immunitaria delle gestanti vaccinate con Tdap (vaccini a dose ridotta di pertosse acellulare combinata con i tossoidi di tetano e difterite). Impossibile sapere quali siano stati i risultati.
Nel 2011, il Centro per la prevenzione e il controllo delle malattie statunitense (CDC) emise la raccomandazione di somministrare il vaccino Tdap alle gestanti alla 20a settimana di gravidanza. Il vaccino Tdap combina in un’unica iniezione i vaccini per tetano, difterite e pertosse. E non ne è mai stata dimostrata la sicurezza per l’utilizzo in gravidanza. Anzi, viene classificato dall’FDA come farmaco di classe C, ovvero “non sicuro” in gravidanza.
MODIFICA GENETICA DEGLI EMBRIONI
Ormai è sempre più una realtà, dopo il via libera per la ricerca al Francis Crick Institute del Regno Unito, da parte della Human Fertilisation and Embryology Authority. L’approvazione della domanda dell’Istituto britannico è considerata una decisione storica: è la prima volta al mondo che viene formalmente consentita la modifica genetica della linea germinale, una pratica tutt’oggi controversa.
La ricerca esaminerà lo sviluppo dell’embrione umano e lo studierà nei suoi primi sette giorni di vita. I risultati della ricerca potranno essere di aiuto per la cura degli embrioni prodotti tramite fecondazione in vitro (Ivf).
«Secondo il dott. Niakan la ricerca è importante per capire come si sviluppa un embrione umano sano e migliorerà la nostra comprensione sulle percentuali di successo Ivf», ha reso noto in un comunicato Paul Nurse, il direttore dell’Istituto. L’approvazione riguarda solo la ricerca, e risulterà ancora illegale impiantare embrioni geneticamente modificati in grembo.
Se l’Istituto dovesse arrivare a una fase avanzata della ricerca riuscendo a modificare la linea germinale, non sarebbe tuttavia la prima volta che questo accade. Nel 2015, i ricercatori cinesi hanno modificato il genoma di un embrione per correggere una malattia del sangue, ed è ancora considerato un evento epocale.
«La Cina possiede le linee guida, ma spesso queste non risultano chiare fino a quando non si passa alla pratica», ha riferito alla Bbc Robin Lovell-Badge, un consulente scientifico per le autorità di regolamentazione della fertilità nel Regno Unito. «Questa è la prima volta che si è passati attraverso un corretto sistema normativo per l’approvazione».
Quando la notizia della modifica della linea germinale è uscita in Cina, i ricercatori genetici hanno severamente condannato la ricerca perché è stata portata avanti senza aver prima stabilito solidi orientamenti etici, come il divieto di simili ricerche ai fini del ‘miglioramento’ della specie umana associato all’eugenetica.  La ricerca dovrà ancora passare attraverso un ciclo di ‘approvazione etica’, ma potrebbe iniziare già nei prossimi mesi.

Autore

Controinformo

Controinformo

Articoli correlati

Controinformo sui Social Network