Crea sito

Controinformo

Il cibo è una droga: ecco i cinque alimenti che creano dipendenza

Il cibo è una droga: ecco i cinque alimenti che creano dipendenza
gennaio 20
09:00 2016

di   |   il  11 dicembre 2015  |  1 commento

Quante volte avete sentito dire la frase “un cioccolatino tira l’altro”?
Ne prendi uno, poi un altro, poi un altro ancora: finchè non guardi nella scatola e ti accorgi che non è rimasto nulla.

Ora la scienza ha confermato che il fatto di non riuscire a smettere di mangiare biscotti o patatine non è dovuto alla golosità o a gusti personali: infatti, è stato dimostrato che alcuni cibi cosiddetti trasformati creano una dipendenza, diventano come una vera e propria droga di cui se ne sente una continua necessità di consumo.
Si tratta degli alimenti che al loro interno hanno una combinazione di grassi, zuccheri e sali.

L’Università americana di Yale ha addirittura realizzato una “scala di dipendenza dei cibi”.
Ecco allora la classifica dei cinque cibi che più creano assuefazione:

Pizza: ebbene si, la nostra amata pizza è tra gli alimenti più pericolosi da questo punto di vista.
Ma non bisogna rinunciarvici del tutto, il consiglio è riservarne il consumo a un giorno a settimana.

Cioccolato: in caso di malumore, di ansie o di gola, non si riesce proprio a dire di no al cioccolato. Tuttavia in realtà non tutti i tipi sono dannosi, ma solo quelli contenuti nei prodotti industriali. Infatti, è risaputo che il cioccolato extra-fondente ha numerose proprietà benefiche, favorendo persino il dimagrimento all’interno di una dieta equilibrata.

Patatine: parliamo sia di quelle fritte, ma ancora di più di quelle confezionate. Il problema è la grande quantità di sale presente. Ma anche in questo caso la soluzione c’è: cucinarle a casa, usando per friggere per esempio olio di arachide o olio extravergine d’oliva.

Biscotti: a colazione, a merenda o prima di andare a letto, i biscotti sono tra gli alimenti più amati e più consumati. Sono così buoni e golosi che è proprio difficile smettere. Da preferire allora i biscotti integrali, che sono sicuramente migliori per la nostra salute.

Gelato: amato soprattutto d’estate, purtroppo anche il gelato è finito tra i primi in classifica.
La scelta più sana è evitare quelli confezionati e prediligere quelli artigianali, in particolare i gusti alla frutta.

Tra gli alimenti che creano meno dipendenza troviamo, invece, i cetrioli, le carote, i fagioli, le mele e il riso integrale.

Sono certa che molti non saranno sorpresi e avranno pensato che non servivano delle ricerche scientifiche per dirlo!

Ecco allora la risposta alla domanda “Perché i cibi più buoni sono anche quelli che fanno più ingrassare?”.
E’ quindi dovuto tutto alla loro preparazione e agli ingredienti che contengono.
Ma non temete, il segreto non è dire di no alle nostre voglie, ma soltanto avere una giusta moderazione!

Fonte: www.aboutmemagazine.it

Autore

Controinformo

Controinformo

Articoli correlati

Controinformo sui Social Network